A piccoli passi verso l’autunno, tempo spesso instabile nei prossimi giorni

Dopo una prima decade di settembre dalle caratteristiche prettamente estive, da un paio di giorni sembrano scorgersi i primi timidi segnali d’autunno. Tra giovedì e venerdì aria fresca atlantica ha favorito l’insorgere di una moderata ondata di maltempo sulla nostra isola con piogge localmente abbondandanti che hanno interessato alcune aree siciliane. Durante il weekend le condizioni meteorologiche hanno subito un corposo miglioramento relegando gli ultimi blandi fenomeni solo lungo alcuen aree interne.

Tendenza per l’inizio di settimana. Modello: GFS

Cosa aspettarci per i prossimi giorni? Se è vero che la porta atlantica continuerà a rimanere chiusa dalla poderosa presenza dell’anticiclone delle Azzorre, è altrettanto vero che lungo l’Europa centro-meridionale e occidentale i geopotenziali in quota continueranno ad essere assai modesti, ragion per cui basteranno anche leggere infiltrazioni di aria fresca ed instabile in alta quota a creare i presupposti per forti fenomeni pomeridiani termoconvettivi. E la Sicilia? Secondo i modelli previsionali odierni, umide correnti atlantiche andranno ad alimentare una forte ed insistente area di maltempo sull’Africa centro-occidentale con piogge, forti temporali e la possibile formazione di veri e propri sistemi convettivi a mesoscala (MCS) pronti a risalire il Canale di Sicilia ed abbordare possibilmente le coste sicule. Anche sulla nostra regione saranno numerosi i temporali pomeridiani che si svilupperanno lungo le aree interne, pronti (in caso di forti correnti in quota o forte espansione delle celle) ad espandersi anche sulle aree limitrofe. Le temperature continueranno a mantenersi in media o sopra media su tutto il territorio.

PREVISIONE PER I PROSSIMI GIORNI:

Lunedì 17 settembre: condizioni di cielo da poco a parzialmente nuvoloso al mattino quasi ovunque. Dal pomeriggio aumento delle nubi sulle aree interne con possibili piogge o temporali sulle zone centro-meridionali. Possibile qualche locale fenomeno anche tra agrigentino ed ennese. Tra la serata e la nottata ammassi nuvolosi in formazione tra Tunisia ed il Canale di Sicilia potrebbero interessare le province meridionali ed occidetali con fenomeni sparsi. Temperature stazionarie o in lieve aumento; caldo moderato.

Spaghi Esemble GFS di Enna. Si notano i picchi instabili previsti per i prossimi giorni.

Martedì 18 settembre: al mattino cielo da poco a parzialmente nuvoloso su parte dell’isola. Veloce aumento della nuvolosità entro il pomeriggio con rovesci e temporali pomeridiani sparsi lungo l’entroterra. Possibili sconfinamenti su pianure e coste limitrofe. Presenza di nuvolosità sparsa in risalita da sud-ovest con fenomeni a macchia di leopardo lungo le coste occidentali e meridionali. Tra il pomeriggio e la nottata elevati valori di CAPE forniranno il carburante necessario all’insorgere di ammassi temporaleschi tra le isole Egadi ed il Canale di Sicilia. Possibile interessamento sopratutto delle coste di trapanese, agrigentino e gelese. Temperature stazionarie.

Mercoledì 19 settembre: tempo variabile durante il mattino primo di un rinnovato peggioramento atmosferico per nuovi episodi instabili di tipo termoconvettivo durante le ore centrali del giorno. Temporali sparsi colpiranno gran parte dell’entroterra con fenomeni, ancora una volta, localmente intensi. Sconfinamenti più probabili lungo le coste meridionali e ioniche. Nubi sparse con locali piogge in risalita dal Canale di Sicilia verso le province meridionali. Tra la serata e la nottata possibili forti fenomeni temporaleschi specie (ancora una volta) sul Canale di Sicilia. Possibile interessamento delle aree meridionali durante la nottata. Temperature stazionarie o in lieve calo.

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/