Alla scoperta dei nostri mari: parliamo del Mar Tirreno

La Sicilia, perla nel cuore del Mediterraneo, ha sempre incantato per il suo territorio e per i suoi mari, proprio questi ultimi rappresentano per la nostra isola un elemento vitale per il turismo e per la pesca.
A tal proposito vogliamo portarvi in un viaggio alla scoperta dei principali mari che bagnano la nostra Sicilia, iniziando dal mar Tirreno.

Il Mar Tirreno ha una superficie di 275.000 km² per una profondità massima di 3785 metri (vicino l’isola di Ponza), deve il suo nome agli Etruschi (detti anche Tirreni) che estendevano il loro territorio dalla bassa Campania fino alla Toscana. Infatti i suoi confini sono a Nord fino in Toscana, dove l’isola D’Elba fa da divisore con il Mar Ligure, ad ovest fino in Corsica e a sud fino in Sicilia.

Dal punto di vista delle temperature il Mar Tirreno raggiunge i suoi valori minimi in inverno, in particolare nel mese di febbraio dove difficilmente si superano i +14/+15 °C. In estate, nel mese di agosto/primi di settembre il basso Tirreno può raggiungere anche i +27/+28 °C con punte localmente superiori a pelo-costa.
Sul mar Tirreno sfociano parecchi fiumi, i più importanti sono l’Ombrone, il Tevere, l’Arno, il Garigliano e il Volturno.
Oltre alle Isole maggiori sul Tirreno troviamo altri arcipelaghi ma quelli che riguardano la nostra isola sono: le Eolie, situate al largo della costa del messinese, formate da Stromboli, Filicudi, Alicudi, Lipari, Vulcano, Salina e Panarea; le Egadi, di fronte la costa del trapanese, formate da Favignana, Levanzo e Marettimo, mentre di fronte il palermitano troviamo l’isola di Ustica.
I porti del Tirreno sono usati principalmente per il trasporto di passeggeri e i maggiori sono quelli di Palermo, Napoli, Cagliari, Olbia, Civitavecchia, Salerno, Milazzo, Trapani e Piombino; mentre per il trasporto di merci il porto più famoso è quello di Gioia Tauro.
La fauna marina del Tirreno è molto variegata anche se vi sono delle specie particolarmente diffuse come: la Sarda, la Cernia, il Cefalo, il Dentice, l’ Orata, l’Ombrina, il Merluzzo, il Tonno, il Pesce Spada, il Sarago, lo Sgombro, la Sogliola, la Spigola e la Triglia; mentre come crostacei e molluschi possiamo trovare:  Gamberi bianchi e rossi, Vongole, Cozze, Aragoste, Calamari e le Seppie.

 

Articolo di: Agostino Oliveri

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia