Anticiclone in arretramento, veloce parentesi invernale con freddo e vento in arrivo

Si è appena conclusa la prima decade di marzo, mese caratterizzato dalla persistenza di condizioni anticicloniche persistenti (eccezzion fatta per qualche veloce episodio di maltempo) sulla nostra isola con temperature che si sono mantenute costantemente sopra la media del periodo. Ad inizio della prossima settimana l’anticiclone delle Azzorre subirà un elevazione verso l’Europa nord-occidentale consentendo l’arrivo di aria di orgine polare-marittima verso le aree cetro-orientali europee. Sull’Italia, a partire dalla giornata di lunedì, assisteremo dunque al ritorno di condizioni meteo-climatiche prettamente invernali con maltempo sparso, venti a tratti tempestosi ed il ritorno della neve sino anche a quote collinari sul centro-sud italiano.

Sinottica prevista per la giornata di martedì 12 marzo. Elaborazione: CMS

Nonostante la mancata unanimità tra i modelli modellistici di previsione (malgrado la sinottica ormai imminente) possiamo comunque affermare che la Sicilia verrà solamente sfiorata da tale ‘rasoiata fredda’ durante la giornata di martedì. I fenomeni tenderanno ad interessare segnatamente la fascia tirrenica con qualche nevicata al di sopra degli 800/900 metri di quota (ad 850hPa giungeranno valori sino alla -3°C a 1500 metri circa con zero termico attorno ai 1000/1100 metri). I venti diverranno forti o molto forti con raffiche di maestrale e tramontana sino a 100 km/h o poco oltre lungo le aree più esposte ed i mari diverranno agitati o molto agitati con mareggiate sul nord dell’isola. Mercoledì la situazione sarà in veloce miglioramento con il ritorno sulla nostra isola dell’anticiclone delle Azzorre dettato da una profonda depressione atlantica (con valori sino a 955hPa) che, raggiungendo la Gran Bretagna, provocherà uno ‘spanciamento’ della figura anticiclonica azzorriana che riabbraccerà nuovamente gran parte del bacino centrale del Mediterraneo.

PREVISIONI PER I PROSSIMI GIORNI:

Lunedì 11 marzo: condizioni di cielo generalmente sereno o poco nuvoloso per il passaggio di nubi alte e stratificate, qualche addensamento in più sarà presente lungo le isole minori ma senza fenomeni. Temperature stazionare, ancora superiori alle medie stagionali con clima mite durante il giorno e freddo moderato la notte. Venti deboli o moderati nord-occidentali o occidentali, in rinforzo entro la serata con primi picchi sino a 70km/h. Mari mossi, molto mosso il Canale di Sicilia.

Anomalie (rispetto alla media) delle temperature previste ad 850hPa ad inizio settimana. Si andrà sotto media sino a 6-7C°C.

Martedì 12 marzo: a partire dalla nottata addensamenti più o meno consistenti sul comparto tirrenico con possibili deboli piogge sparse. In mattinata fenomeni sparsi tra palermitano e messinese (su quest’ultimo possibile qualche locale rovescio o temporale). Tra pomeriggio e sera ancora nuvolosità irregolare, specie sul settore tirrenico centro-orientale con possibili fenomeni alternati a lunghe pause asciutte. Nevicate al di sopra degli 8/900 metri, localmente più in basso in caso di locali forti fenomeni. Temperature in forte calo. Venti burrascosi/tempestosi di maestrale e tramontana con raffiche sino a 100 km/h. Mari agitati, fino a grosso il Tirreno meridionale e lo Ionio a largo in serata. Mareggiate sulle coste tirreniche.

Mercoledì 13 marzo: condizioni di cielo da poco a parzialmente nuvoloso su tutta l’isola con qualche addensamento in più lungo le aree meridionali e sul trapanese ma senza fenomeni. Tra pomeriggio e sera tendenza ad aumento della nuvolosità a partire dalle aree occidentali e settentrionali. Temperature stazionarie o in lieve calo per quel che concerne i valori minimi. Ventilazione debole o moderata di ponente su buona parte della regione. Mari generalmente mossi con moto ondoso in ulteriore diminuzione dal pomeriggio.

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia