Bollettino di Vigilanza Meteorologica per Lunedi 14 Gennaio 2019

Precipitazioni:
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori tirrenici di Sicilia centro-orientale e Calabria meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori settentrionali della Sicilia, sul resto della Calabria e su Puglia, settori costieri di Abruzzo meridionale e Molise e versanti tirrenici della Campania, con quantitativi cumulati deboli;
– da isolate a sparse sui restanti settori di Abruzzo, Molise, Sicilia e Campania e su Lazio, Basilicata e versanti occidentali della Sardegna, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: su Valle d’Aosta e settori alpini di confine di Piemonte settentrionale, Lombardia ed Alto Adige, con apporti al suolo generalmente moderati, fino ad abbondanti sui settori più settentrionali dell’Alto Adige; in calo dal pomeriggio-sera fino gli 800-1000 m sui versanti orientali di Abruzzo centro-meridionale e Molise e sull’Appennino meridionale, con apporti al suolo generalmente deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime ancora basse sulla Pianura Padana orientale.
Venti: forti nord-occidentali su Sardegna e Sicilia, con raffiche di burrasca specie sui settori occidentali e meridionali di entrambe le isole maggiori, fino a burrasca forte o tempesta sui rilievi; di burrasca settentrionali su tutti i settori alpini, con raffiche di Foehn nelle limitrofe valli e zone pedemontane, nonché sulle adiacenti pianure di Piemonte e Lombardia; forti dai quadranti settentrionali con raffiche di burrasca sull’Appennino centro-settentrionale; localmente forti settentrionali sui versanti tirrenici e adriatici delle regioni centrali della penisola, in estensione alle regioni meridionali peninsulari, con rinforzi di burrasca dalla serata sui crinali appenninici di queste ultime, sulla Puglia meridionale e sui settori ionici della Calabria centro-settentrionale.
Mari: da molto agitati a grossi il Mare e il Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia; agitati il Tirreno centrale settore ovest e il Tirreno meridionale; molto mossi i restanti bacini occidentali; molto mosso, con moto ondoso in intensificazione fino ad agitato o molto agitato, lo Ionio a partire dal settore meridionale, in estensione serale al resto del bacino; tendente a molto mosso l’Adriatico centro-meridionale.