Classificazioni

Classificazione del vento – Scala Beaufort

Grado Velocità (km/h) Denominazione Descrizione
0 0 Calma di vento Il fumo sale verticalmente
1 1 ÷ 6 Bava di vento Movimento del vento visibile dal fumo
2 7 ÷ 11 Brezza leggera Si sente il vento sulla pelle nuda. Le foglie frusciano.
3 12 ÷ 19 Brezza tesa Foglie e rami più piccoli in movimento costante.
4 20 ÷ 29 Vento moderato Sollevamento di polvere e carta. I rami sono agitati.
5 30 ÷ 39 Vento teso Oscillano gli arbusti con foglie. Si formano piccole onde nelle acque interne.
6 40 ÷ 50 Vento fresco Movimento di grossi rami. Difficoltà ad usare l’ombrello.
7 51 ÷ 62 Vento forte Interi alberi agitati. Difficoltà a camminare contro vento.
8 63 ÷ 75 Burrasca Ramoscelli strappati dagli alberi. Generalmente è impossibile camminare contro vento.
9 76 ÷ 87 Burrasca forte Leggeri danni alle strutture (camini e tegole asportati).
10 88 ÷ 102 Tempesta (Rara in terraferma) Sradicamento di alberi. Considerevoli danni strutturali.
11 103 ÷ 117 Fortunale Vasti danni strutturali.
12 > 117 Uragano Danni ingenti ed estesi alle strutture.

 

Classificazione delle precipitazioni

Intensità Estensione
Tipo Intensità (mm/h) Tipo Descrizione
Pioviggine debole < 0.1 Assenti Non sono previste precipitazioni.
Pioviggine moderata 0.1 ÷ 0.5 Generalmente assenti Precipitazioni delocalizzate su aree molto ristrette e distanti tra loro; possono assumere anche carattere di rovescio o temporale. La loro probabilità di formazione è bassa.
Pioviggine forte 0.5 ÷ 1.0 Isolate Precipitazioni di piccole dimensioni spaziali e distanti decine di chilometri tra loro; ricoprono meno del 10% del territorio. La loro esatta localizzazione è impossibile.
Pioggia debole 1.0 ÷ 2.5 Locali Precipitazioni distanti alcuni chilometri tra loro, generalmente coprono il 10% del territorio. La loro esatta localizzazione è impossibile.
Pioggia moderata 2.5 ÷ 6.0 Sparse Vi sono aree soggette a precipitazioni alternate ad altre in cui sono assenti, con diffusione all’incirca del 50%.
Pioggia forte 6.0 ÷ 10 Diffuse Precipitazioni presenti su gran parte dell’area presa in considerazione.
Rovescio debole 10 ÷ 15 Estese Precipitazioni che spesso ricoprono tutta l’area presa in considerazione.
Rovescio moderato 15 ÷ 25
Rovescio forte 25 ÷ 40
Rovescio violento 40 ÷ 60
Nubifragio > 60

 

Classificazione della copertura nuvolsosa

Tipo Valore (ottavi)
Sereno 0
Quasi sereno 1 ÷ 2
Poco nuvoloso 2 ÷ 3
Parzialmente nuvoloso 3 ÷ 4
Nuvoloso 4 ÷ 5
Molto nuvoloso 5 ÷ 6
Quasi coperto 6 ÷ 7
Coperto 8

 

Classificazione del moto ondoso – Scala Douglas

Grado Denominazione Altezza onde (m)
0 Calmo 0
1 Quasi calmo < 0.1
2 Poco mosso 0.1 ÷ 0.5
3 Mosso 0.5 ÷ 1.25
4 Molto mosso 1.25 ÷ 2.5
5 Agitato 2.5 ÷ 4.0
6 Molto agitato 4 ÷ 6
7 Grosso 6 ÷ 9
8 Molto grosso 9 ÷ 14
9 Tempestoso > 14

 

Classificazione dei tornado – Scala Enhanced Fujita

Categoria Velocità del vento (km/h) Frequenza relativa (%) Descrizione
EF0 105 ÷ 137 56.88 Danni minori o nulli. La copertura dei tetti o le tegole possono essere spazzati via; danni alle grondaie e ai comignoli; grossi rami possono staccarsi dagli alberi. Gli alberi con radici poco profonde possono essere sradicati. Qualsiasi tornado che non causa danni (ad esempio i tornado che rimangono nei campi e non toccano strutture artificiali) è classificato come EF0.
EF1 138 ÷ 177 31.07 Danni moderati. I tetti subiscono danni seri venendo parzialmente distrutti, le case mobili possono ribaltarsi e/o subire seri danni. Porte e finestre distrutte. Danni superficiali o assenti in strutture in muratura.
EF2 178 ÷ 217 8.80 Danni considerevoli. Tetti scoperchiati, case mobili distrutte, automobili sollevate da terra. Alberi grandi e con radici ben profonde possono essere completamente sradicati, oggetti leggeri trasformati in pericolosi detriti volanti ad alta velocità. Possibili danni significativi in edifici in muratura.
EF3 218 ÷ 266 2.51 Danni gravi. Collasso delle pareti dei piani superiori in case di legno e, possibilmente, muratura. Danni gravi anche ad edifici grandi come i centri commerciali. Treni capovolti e automobili leggere lanciate in aria. Alberi scortecciati.
EF4 267 ÷ 322 0.66 Danni estremi. Case ben costruite in legno o muratura completamente distrutte. Auto e altri grandi oggetti lanciati in aria a grandi velocità.
EF5 > 322 0.08 Danni incredibili. Devastazione totale. Case ben costruite in legno o mattoni completamente spazzate via dalle fondamenta; danni critici a strutture in cemento armato, i grattacieli presentano gravi deformazioni strutturali ed eventualmente possono essere soggetti al crollo. Automobili, camion e vagoni ferroviari possono essere lanciati in aria e ricadere ad oltre 1 km di distanza. Erba e asfalto strappati da terra.

 

Classificazione dei Cicloni Tropicali / Uragani – Scala Saffir-Simpson

Categoria Velocità in m/s Velocità in nodi Velocità in km/h Velocità in mi/h Effetti macroscopici
1minimo 33-42,5 64-82 119-153 74-95 Danni tutto sommato limitati a barche, alberi, strutture mobili, insegne, tetti. Possono osservarsi limitate inondazioni nelle zone costiere, con risalite non oltre l’altezza di un metro e mezzo.
2moderato 42,7-49,1 83-95 154-177 96-110 Danni di una certa rilevanza ad alberi e strutture mobili; danneggiamenti di lieve entità anche agli immobili (finestre, antenne, tetti); le barche rompono gli ormeggi. Nelle zone costiere si possono osservare, a partire da 2-4 ore prima del landfall, inondazioni con acque fino a 2,5 metri oltre il livello medio. Può richiedersi l’evacuazione dei residenti delle zone costiere più basse.
3forte 49,4-57,7 97-112 178-208 111-129 Grandi alberi abbattuti, distruzione di strutture mobili, danni di una certa rilevanza alle case. Le basse zone costiere vengono interessate, 3/5 ore prima dell’approssimarsi del centro del ciclone, da inondazioni con acqua fino a 4 metri oltre il normale livello. Richiede l’evacuazione dei residenti delle zone costiere.
4fortissimo 58-69,7 113-136 209-251 130-156 Gravi danni agli edifici (tetto e muri portanti); Alberi, cespugli, insegne e cartelli stradali vengono abbattuti. Le inondazioni delle aree costiere possono presentarsi anche 5 ore prima del landfall del centro del ciclone, raggiungendo altezze prossime a 6 metri oltre il livello medio. Evacuazioni dei residenti delle zone costiere, fino a una decina di chilometri nell’entroterra.
5disastroso >70 >137 >252 >157 Danni gravissimi agli edifici, che possono anche portare al loro abbattimento; completa distruzione di tutte le strutture mobili e completo abbattimento di alberi, insegne, cartelli stradali. Estese inondazioni nelle zone costiere, che possono superare l’altezza di 6 metri oltre il livello normale; si richiede perciò l’evacuazione massiva di tutti i residenti delle zone costiere pianeggianti, fino a 16 km nell’entroterra.