Come difendersi dai fulmini? Ecco alcuni importanti consigli per evitare di esporsi a rischi

Ben ritrovati amici di CMS, la lunga ed intensa fase di maltempo che ha interessato la nostra isola è giunta al termine, maltempo che ha portato migliaia di fulminazioni su tutta l’Italia.
Queste scariche elettriche, seppur raramente, possono rappresentare un serio pericolo per l’uomo, quasi sempre mortale, come ad
 esempio a Carloforte (Sardegna) dove una 61enne in vacanza con marito e figlio è stata colpita da un fulmine durante un’escursione di trekking, perdendo purtroppo la vita.
A tal proposito oggi vi daremo alcune indicazioni molto utili al fine di evitare di esporsi a rischi per la propria incolumità.
Sappiate che i fulmini colpiscono l’oggetto più alto in una superficie ideale, scaricando su di esso tutta la propria energia; per esempio, siete fuori casa e durante una passeggiata improvvisamente il cielo si scurisce e iniziate a vedere bagliori in lontananza, la prima cosa da fare è evitare spazi aperti (prati, parcheggi…). In questi luoghi diverreste “la cosa più alta” e quindi il bersaglio più a rischio.

Fonte immagine: peoplephysics.com

Un altro consiglio è stare lontano dai metalli, il metallo è un conduttore elettrico in grado di far scorrere velocemente la corrente elettrica al suo interno, anche l’acqua è un conduttore quindi se vi doveste trovare a mare o in piscina uscite immediatamente dall’acqua.
Un’altra cosa da evitare è quella di sostare sotto oggetti alti come alberi o torri che a causa della loro altezza potrebbero essere colpiti e quindi potrebbero portare anche dei rischi per voi scaricando al suolo il fulmine.
Un luogo sicuro o quasi al fine di evitare rischi è l’auto. Le auto sono luoghi molto sicuri dove rifugiarsi durante una tempesta di fulmini, anche se è di metallo e venisse colpita da un fulmine, l’elettricità verrebbe condotta al telaio isolando il vostro corpo (effetto gabbia di Faraday)

 

Articolo di: Salvo Bellavista

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/