Goblin: il nuovo pianetino scoperto nel sistema solare

Nel mondo dell ‘astronomia esiste già da tempo l’idea incalzante dell’esistenza di un nono pianeta nel nostro sistema solare, ben oltre Plutone. Questa ipotesi nacque dopo l’osservazione delle orbite e dei comportamenti inusuali di alcuni corpi interstellari nel fondale del sistema solare, come ad esempio le orbite dei pianeti più esterni che sembravano sentire la forza gravitazionale di un corpo tendenzialmente massiccio nelle ”vicinanze” . Questo ha portato all’investigazione astronomica alla ricerca del famigerato ”Pianeta X” (soprannome dato all’ipotetico nono pianeta del sistema solare), fino alla scoperta di un nuovo ‘pianetino’ del sistema solare. Gli astronomi guidati da Scott S. Sheppard della Carnegie Institution for Science (organizzazione statunitense che sostiene la ricerca scientifica) hanno avvistato per la prima volta un nuovo mondo, un nano pianeta, soprannominandolo ”Goblin” ma che, per il momento, porta la designazione ”TG387′‘. Solo con osservazioni aggiuntive ci si è accorti di quanto il TG387 sia effettivamente lontano. Il piccolo mondo ghiacciato è attualmente a circa 7,4 miliardi di miglia dal Sole, quasi 70 volte più lontano dal Sole di Plutone.

Ricostruzione artistica del pianeta nano Goblin o TG387. Credit: Scott Sheppard/Carnegie.

Non era quello che gli astronomi speravano di trovare, poichè Goblin non è probabilmente la causa dei particolari fenomeni, osservati negli ultimi anni, che vedono coinvolti astri e oggetti minori. Con lo studio effettuato su Goblin si riparte alla ricerca del famigerato Pianeta X, ma con più convinzione, basti pensare che la cosa ancor più interessante del ‘pianetino’ TG387 è la sua stessa orbita: molto allungata (40.000 anni per girare una sola volta attorno al Sole) è una conseguenza della forza gravitazionale di un altro corpo celeste super massiccio che attira verso sè quest’ultimo. Questo fattore va ad innescare maggiormente la convinzione negli astronomi di sostenere che non solo esiste il Pianeta X finora mai individuato, ma che il nostro sistema solare è molto più pieno di oggetti cosmici di quanto finora immaginato e che corpi enormemente grandi di natura mai scoperta siano lì fuori da qualche parte della nostra galassia ,in attesa di essere scoperti!

 

Articolo di: Alessia Tumminello

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/