Il FREDDO siberiano bussa alle porte della Sicilia: in arrivo DOMANI neve a quote bassissime con possibili sorprese!

Tutto pronto per l’imminente, seppur veloce ondata di gelo.
Si tratterà di un incursione fredda abbastanza rapida, ciò nonostante le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo.
Il motivo è da attribuirsi alla natura delle masse d’aria che ci interesseranno, masse d’aria che transiteranno dalla Siberia, attraversando tutto l’est-Europa “continentalizzandosi” per poi fiondarsi sul Mediterraneo.
Si tratterà di aria pellicolare, in quanto tenderà a formare una “pellicola” di aria fredda al suolo, quindi nei bassi strati, essendo più pesante e densa della comune aria artico-marittima.
Con questa particolare tipologia di aria, il gradiente termico man mano che si sale d’altezza tenderà a ridursi, da qui è possibile dedurre che non occorreranno fenomeni particolarmente intensi per poter vedere la neve a quote prossime al piano.
Scendendo nel dettaglio la fase clou dell’avvezione siberiana si concretizzerà fra le 13:00 e le 20:00 di domani con termiche a 850 hPa (1470 metri circa) prossime ai -7/-8 °C che avvolgeranno gran parte della nostra isola (possibili locali punte di -9 °C)
Il tutto sarà coadiuvato da termiche a quota 500 hPa (5500 metri circa) intorno ai -33 °C. Durante la notte assisteremo ad un graduale rialzo delle temperature a 850 hPa che rimarranno comprese fra i -2/-3 °C sul settore tirrenico, intorno ai -1/+2 °C altrove.

Accumuli nevosi previsti

DETTAGLIO PER SABATO 23 FEBBRAIO

Fra la notte e il mattino avremo condizioni di cielo molto nuvoloso fra trapanese, palermitano e messinese con piogge sparse e qualche rovescio, altrove asciutto. Neve intorno ai 1200/1300 metri. Dopo una breve fase interlocutoria più asciutta, dal pomeriggio assisteremo ad un nuovo peggioramento, questa volta più incisivo, che riguarderà tutta la fascia tirrenica, comparto etneo e in forma minore le restanti aree del catanese e gli Iblei con piogge e rovesci sparsi che potranno assumere carattere temporalesco. La quota neve sarà in drastico calo e si porterà fin sui 200/300 metri con grandinate e gragnolate sparse; possibili fioccate che potranno fare la loro comparsa fino a quote prossime al piano fra palermitano e messinese (probabile ombra su Messina), fenomeni sparsi e più irregolari altrove. La sera ancora maltempo diffuso sulla fascia tirrenica e catanese con neve sopra i 300-500 metri anche se la persistenza dell’aria gelida sui bassi strati potrebbe favorire nevicate a quote inferiori; altrove fenomeni sparsi in genere di debole o moderata intensità.

ACCUMULI NEVOSI

Forti nevicate si registreranno sulle Madonie e Sicani con accumuli che sulle cime più altre potranno raggiungere i 25-30 cm in 12 ore. Bufere di neve fra Nebrodi e area etnea (specie settore settentrionale) con accumuli in 12 ore che potranno raggiungere i 40-50 cm. Nevicate più contenute sugli Iblei dove non si andrà oltre i 10 cm di accumulo.

 

Articolo di: Stefano Albanese

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia