Il mistero delle NUBI NOTTILUCENTI: di cosa si tratta?

Le nubi nottilucenti sono un fenomeno molto raro e quindi difficilmente osservabile. Ancora poco studiate, la loro origine è tutt’ora avvolta nel mistero.

Sono le nubi più alte in assoluto nell’atmosfera, collocate nella mesosfera ad un altitudine tra i 70 e i 90 km. Sono state osservate solo nell’emisfero boreale, soprattutto nelle notti estive tra i 50 e i 70 gradi di latitudine ed esclusivamente dopo il tramonto, quando vengono illuminate dalla luce del Sole da sotto l’orizzonte, mentre gli strati più bassi dell’atmosfera risultano essere già oscurati dall’ombra terrestre.
Generalmente hanno una colorazione bianca/azzurrognola, ma a volte assumono colorazioni tendenti all’arancio tendendo ad essere più brillanti dopo mezzanotte.
Il fenomeno è, come dicevamo, poco conosciuto e si sono fatte varie ipotesi sulla loro formazione; una di queste è la possibile derivazione da nubi vulcaniche, o residui di combustione di aerei o addirittura degli Space Shattle! L’unico dato certo al momento è la loro composizione, essere infatti risultano essere composte composte da cristalli di ghiaccio.

 

Articolo di: Veronica Adamuccio

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia