“La Notte del Gigante” – Giove tra mito e Scienza

Si è rinnovato nella serata di ieri l’appuntamento annuale al Planetario di Villa Filippina, con “La Notte del Gigante” iniziativa ed evento astronomico interamente dedicato al pianeta Giove, il più grande del Sistema Solare.
Nello spazio esterno del giardino storico di Villa Filippina, e all’interno del Museo e Planetario a partire dalle ore 19:00 e fino a tarda notte è stato possibile partecipare a conferenze, laboratori ed incontri per bambini e adulti.

La Notte del Gigante, è stata un’occasione di divulgazione per conoscere ed approfondire, da più punti di vista, culturale e strettamente scientifico, il pianeta Giove, conosciuto sin dall’antichità. L’occasione è anche stata quella di sfruttare al meglio il periodo di maggiore visibilità del pianeta che proprio in questa prima metà di maggio raggiunge “l’opposizione”e si troverà alla distanza minima dalla Terra.

Giove si è mostrato in tutto il suo splendore e grandezza ai telescopi, installati per l’occasione, accompagnato dai 4 satelliti scoperti da Galileo; è stato anche possibile osservare le bande e la fasce colorate sulla sua superficie gassosa e la sua rapida rotazione.

Il programma della serata è iniziato alle ore 19:00 con due eventi in contemporanea; una conferenza dal titolo La luce del dio padre – Zeus Giove, condotta dalla dott.sa Giusi Polizzi, e un percorso dedicato al mito e alla simbologia del pianeta, introdotto e moderato dal Dott. Marcello Barrale.
Nell’area esterna, i bambini hanno partecipato ad un laboratorio durante il quale, con un kit da assemblare, è stato realizzato il Sistema di Giove e delle sue lune principali.

Dopo le ore 20, infine, all’interno del museo e del planetario, è stato il momento degli spettacoli dedicati a Giove e ai pianeti gassosi, dei percorsi al museo e osservazioni coi telescopi.

Cms – Centro Meteorologico Siciliano in collaborazione con SicilmedWebTv hanno seguito l’evento realizzando una piccola gallery fotografica.

 

 

 

Articolo di: Sergio Ferranti
©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/