L’Aurora Boreale, come si genera, dove vederla ed i periodi più propizi

Lo spettacolo surreale dell’aurora boreale è uno dei motivi principali che ogni anno spinge turisti da ogni parte del mondo a visitare le fredde regioni artiche. Questo stupefacente fenomeno si genera durante le eruzioni solari, quando particelle di origine solare (protoni ed elettroni) entrano in contatto con la ionosfera terrestre (la parte di atmosfera compresa tra i 100 e i 500 km di altitudine) ed esauriscono la propria energia sottoforma di luce visibile, concependo così delle fasce fluorescenti verdi, gialle e viola, che creano un panorama suggestivo e magico che solo il fenomeno in discussione sa generare. Il 2018, hanno spiegato gli esperti, rimane l’ultimo anno ad intensa attività geomagnetica poichè il Sole (avente un ciclo di attività che dura 11 anni) ha scatenato il suo picco massimo di attività tra il 2014 e il 2015,  ciò vuol dire che pian piano stiamo entrando nella fase ”dormiente” la cui fine è prevista nel 2025, ragion per cui gli spettacoli prodotti dalle tempeste magnetiche saranno pur sempre visibili ma via via più rari.

Gli spettacolari colori dell’aurora boreale in Islanda. NASA

Quest’anno, insieme a quello entrante 2019, avrete ancora elevate probabilità di vedere l’aurora boreale in forma consistente quindi non vi resta che prenotare un viaggio (risorse economiche permettendo) tenendo conto che ogni paese ha diversi periodi più o meno favorevoli all osservazione di queste bellissime fasce luminose. In linea generale sono consigliati i periodi che coincidono con gli equinozi, tra settembre-ottobre e febbraio-marzo. In Alaska sono state osservate aurore già ad agosto mentre per tutti gli altri paesi, che ora citeremo, sta per iniziare proprio in questi giorni uno dei periodi più favorevoli. Le regioni più propizie sono le più fredde come la Lapponia (Norvegia), Groenlandia, e le regioni più a nord del Canada (in quest’ultima si verificano magnifiche aurore soprattutto nei mesi invernali). Altrettanto spettacolari le aurore in sull’Europa del nord (Finlandia, Svezia, Islanda) e quelle nella parte più a nord della Scozia e dell’Irlanda. Scegliere una meta tra uno di questi paesi caratterizzati da estrema bellezza tanto quanto dalle basse temperature sarà una scelta ardua, di certo lo spettacolo dell’aurora boreale è uno di quelli che vi resteranno impressi nella mente per tutta la vita.

 

Articolo di: Alessia Tumminello

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano