L’isola di Lampedusa, la perla del Mediterraneo

Lampedusa è un’isola dell’Italia appartenente alle isole Pelagie (AG).  È la più vasta dell’arcipelago ed è distante 113 km dalle coste tunisine, 150 km da Malta e 205 km dalla Sicilia, ragion per cui è l’area geografica appartentente all‘Europa più a sud d’Italia oltre che dell’intero continente. L’erosione millenaria della costa ha lasciato in eredità stupende e maestose grotte, che costituiscono il fascino maggiore di parte della fascia costiera, specialmente lungo la zona settentrionale che è caratterizzato da litorali alti e frastagliati mentre la zona occidentale è sicuramente tra le zone più selvagge dell’isola ed è caratterizzata da scogli e faraglioni che si gettano a strapiombo sul mare cristallino.

L’isola, però, è famosa in tutta Italia e nel Mondo per la “spiaggia dei Conigli” e il suo relativo isolotto dove la natura dell’ambiente circostante si mescola con una spiaggia di finissima sabbia bianco-dorata e un mare a dir poco spettacolare, tanto che per molte riviste e agenzie di viaggio è stata eletta come la ”spiaggia più bella del mondo”.  Oggi  è uno dei pochi siti del Mediterraneo in cui la specie a rischio estinzione delle tartarughe marine Caretta caretta vengono a deporre le loro uova rendendola una riserva naturale tra le più affascinanti del mondo che comprende: la spiaggia, l’isola dei Conigli e la macchia mediterranea del circondario con flora e fauna simili a quelle presenti sulle coste nord-africane.Altri luoghi di maggiore interesse paesaggistico dell’isola agrigentina e sicuramente da visistare per gli amanti del mare sono:  Punta SottileLe GrottacceLa TabaccaraScoglio a Vela e lo Scoglio del Sacramento oltre a numerose cale tra cui Cala FranceseCala Maluk e Cala Spugne, Cala MadonnaCala Greca, Cala Galera, Cala Pulcino, Cala CretaCala Pisana e Cala Uccello.

Numerosi percorsi interni dell’isola sono presenti lungo le aree “interne” che si intersecano tra i valloni e la macchia mediterranea incontaminata fino ad arrivare al centro abitato dove troverete diversi chioschi a pochi metri dal mare, persino un carinissimo museo e un archivio storico fino a raggiungere “Via Roma” cuore pulsante della movida lampedusana con diversi locali con pianobar e musica live. Dall’Aeroporto di Lampedusa il collegamento aereo è garantito tutto l’anno per gli aeroporti di Palermo e Catania e, durante i mesi estivi, da voli privati provenienti da alcune località italiane mentre per quanto concerne i collegamenti marittimi, a causa dei forti venti e del mare spesso molto mosso, nei mesi invernali Lampedusa  rimane “isolata” per uno o più giorni. Il clima si presenta con estati in genere calde e molto asciutte e inverni miti e relativamente piovosi nonostante la media annua sia attorno ai 350mm. I livelli di umidità sono quasi sempre sopra il 75% per parte dell’anno per la costante presenza di correnti provenienti dal mare e a causa della bassa elevazione dell’isola sul livello del mare. La neve, ha fatto la sua comparsa sull’isola ben 5 volte negli ultimi 100 anni (1913, 1915, 1942, 1956 e ancora più inaspettatamente nel dicembre 2014).

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/