L’Italia si prepara a celebrare la notte internazionale della Luna, gli eventi in Sicilia

Un giorno ogni anno, si organizzano raduni dedicati all’osservazione e alla conoscenza della Luna. Oggi, 20 Ottobre, è il giorno prescelto nel 2018 per promuovere l’International Observe the Moon Night (InOMN), la celebrazione annuale mondiale della scienza e dell’esplorazione lunare, sovvenzionata dalla missione e dai partner della Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA. In Italia, da alcuni anni l’appuntamento è promosso dall’INAF, in Sicilia quest’anno ad adererire all iniziativa mondiale sono: nel catanese l’associazione ONLUS ”Stelle e Ambiente” e nel Palermitano il Planetario di Palermo. L’associazione ”Stelle e Ambiente” organizza l’evento nel borgo marinaro di Stazzo, a sostegno del comune di Acireale e la cooperazione del parroco don Mario Camera. Alle ore 18:00 all’oratorio della chiesa di San Giovanni Nepomuceno si terranno delle proiezioni con il prof. Giuseppe Sperlinga su ”alla scoperta della luna”. Dalle 19:30 alle 21:30, a piazza Mantova, si procederà con l’osservazione della luna e dei pianeti, Marte e Saturno, tramite l’ausilio di telescopi.

Luna sui faraglioni di Acitrezz (CT). Credit: Next.me

Mentre presso il Planetario di Palermo, a Villa Filippina, dalle ore 18:30 alle 19:30 si apriranno le danze con il laboratorio per bambini, il laboratorio “Moon go round” dedicato alle fasi lunari. Una volta concluse le attività per i più piccoli ,alle ore 20:00 sotto la cupola del Planetario, il direttore del Planetario Marcello Barrale illustrerà delle proiezioni dedicate al nostro satellite naturale, dalla sua formazione ed evoluzione, alle sue fasi ed eclissi. Poco dopo, dalle 20:30 fino alle 24, sul prato di Villa Filippina gli operatori del Planetario saranno a totale disposizione dei partecipanti per le osservazioni del cielo e della Luna tramite le quattro postazioni telescopiche. Quella di stasera è un’iniziativa imperdibile targata Nasa pensata per divertire,istruire e incantare la gente di tutto il mondo dinnanzi alla bellezza brillante del nostro satellite naturale che grazie all’ingrandimento telescopico apparirà con tutti i suoi dettagli molto più vicina (condizioni meteo permettendo, si intende)!

 

Articolo di: Alessia Tumminello

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/