Marettimo, la più antica e selvaggia delle isole Egadi (TP)

Marettimo è un’isola siciliana appartenente all’arcipelago delle isole Egadi, in provincia di Trapani. È la più occidentale delle isole e comprende la località Marettimo (frazione di Favignana) che conta poco meno di 700 abitanti. Marettimo si estende per 12 kmq, è lunga 7,5 km e larga 2,5 km. Il punto più alto dell’isola è il Monte Falcone con i suoi 686 metri d’altezza. E’ la più montuosa, boscosa e antica fra tutte le isole dell’arcipelago delle Egadi: l’isola, infatti, si è staccata dalla terraferma diversi millenni prima delle altre due isole dell’arcipelago ed i risultati sono evidenti: sono presenti alcune varietà di piante endemiche, come il cavolo delle Egadi e la finocchiella di Boccone (arbusto che cresce sulle rupi). Grazie alla sua lontananza, alla natura impervia della montagna e allo scarso impatto dell’uomo sull’ambiente, essa conserva un patrimonio vegetativo e faunistico altamente prezioso e ricercato in ambito regionale. Questa sua ricchezza naturalistica e paesaggistica ne fa una meta imperdibile per tutti gli amanti della natura e del trekking che, grazie ai sentieri realizzati dal corpo forestale, possono usufruire di svariati sentieri sparsi su buona parte del territorio. L’isola è ricchissima di grotte, sia emerse che sommerse (ne conta almeno 400!) raggiungibili solo dal mare (che assieme ai fenomeni carsici ed i fondali marini fanno parte della riserva naturale delle Egadi). Le più belle e famose sono senza dubbio la Grotta del Tuono o del Presepe (famosa per le sue stalattiti e stalagmiti) e la Grotta del Cammello.

Particolare della costa di Marettimo. Un mare incantevole

Lungo la costa sono presenti anche piccole e meravigliose baie di ciottoli raggiungibili in barca oltre alle meravigliose spiagge di Cala Bianca (con la sua piccola e suggestiva conca) e la stupenda spiaggia di sassi situata alle pendici del promontorio di Punta Troia. Marettimo offre splendide esperienze per gli appassionati della subacquea, come ad esempio l’immersione fuori dalla costa ove si trova il relitto di un mercantile, l’immersione in grotta su fondale di 30 m, l’immersione alla Secca del Cammello e tante altre dove è possibile godere della bellezza di acque incontaminate e cristalline e ammirare la flora e la fauna marina. Tra un bagno e l’altro troverete sicuramente il tempo di immergervi  nella storia e archeologia di Marettimo, rappresentata dalla visita delle “Case Romane” (un edificio romano di età tardo repubblicana di carattere militare-difensivo) e della deliziosa chiesa bizantina, risalente ai primi secoli del cristianesimo e costruita intorno al 1000-1100 per iniziativa di monaci di rito bizantino. Imperdibile la visita al castello di Punta Troia di epoca normanna e recentemente ristrutturato, ubicato sull’omonimo promontorio, da cui è possibile ammirare l’interno arcipelago e il tratto di mare circostante.

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/