Modica (RG), dal barocco al famoso cioccolato dalle origini antichissime

Modica è un comune italiano di 54.501 abitanti del Libero consorzio comunale di Ragusa in Sicilia. La cittadina vanta un ricco repertorio di specialità gastronomiche, risultato della contaminazione delle diverse culture che l’hanno dominata; è nota soprattutto per la produzione del tipico cioccolato di derivazione azteca tra i più apprezzati dell’isola e dell’intero Stivale tanto che nel 2018 il cioccolato di Modica ha ottenuto dall’Unione europea il riconoscimento di Indicazione geografica protetta (IGP). E’ situata nell’area meridionale dei Monti Iblei ed è divisa in due originali aree: Modica Alta, le cui costruzioni quasi scalano le rocce della montagna, e Modica Bassa, dove un tempo scorrevano i due fiumi Ianni Mauro e Pozzo dei Pruni, poi ricoperti a causa delle numerosi alluvioni, e dove è ora situato il Corso Umberto, principali strada e sito storico della città.

Veduta del centro di Modica

Ciò che rende questo luogo così unico e affascinante è, prima di tutto, l’aspetto barocco, di cui il disegno urbano ed  il centro storico di Modica abbondano con la presenza di pittoreschi violetti e stradine, ricche di vecchie botteghe, casupole o ricchi palazzi ma sopratutto con le imponenti chiese presenti. Il suo centro storico, ricostruito a seguito del devastante terremoto del 1693, costituisce dunque uno degli esempi più significativi di architettura tardo barocca e per i suoi capolavori la città è stata inclusa nel 2002, insieme con alcuni centri della Val di Noto, nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. L’edificio più imponente e spettacolare è senza dubbio il duomo di S.Giorgio che presenta una copula alta fino a circa 36 metri anticipata dalla presenza di ben 164 scalini che accompagnano il visitatore all’ingresso.

Modica: Chiesa Madre di San Giorgio

Altre chiese da visitare assolutamente sono il Duomo di San Pietro, la chiesa di Santa Maria del Gesù, la chiesa di San Giovanni Evangelista, la chiesa di Santa Maria del Carmelo, detta “del Carmine”, la chiesa di San Domenico, detta del Rosario e la chiesa di Santa Maria di Betlem.Come detto sopra, immancabili sono i palazzi di inestimabile bellezza, tra tutti troviamo: Palazzo Polara, Palazzo Castro Grimaldi, Palazzo Napolino-Tommasi Rosso, Palazzo degli Studi, Palazzo Grimaldi ed il Teatro Garibaldi. Altri  monumenti e luoghi d’interesse da visitare sono il Castello dei Conti di Modica, la Torretta dell’Orologio, la casa natale di Salvatore Quasimodo, la Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore e le stupende cave di Ispica, Lazzaro e dei Servi (che approfondiremo in altri stupendi approfondimenti legati ai luoghi più belli ed interessanti della nostra isola).

 

Articolo di: Davide Pitarresi

Foto di: http://www.fotoeweb.it/sicilia/Modica.htm

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/