Sicilia: GIOVEDÌ ancora instabile con piogge e rovesci sparsi

Buonasera dalla redazione del CMS a tutti i nostri lettori
Sul tirreno meridionale è presente una circolazione depressionaria che in nottata tenderà ulteriormente a portarsi verso levante ed entro la giornata di domani sarà centrata sul mar Ionio, da dove richiamerà correnti relativamente fredde ed instabili dai quadranti orientali.
Tali correnti saranno in scorrimento lungo il bordo meridionale dell’anticiclone delle Azzorre che nel frattempo tenderà ad espandersi ulteriormente verso l’Europa orientale sotto la spinta di un’accelerazione del flusso zonale a causa del ricompattamento del vortice polare.

EVOLUZIONE PER GIOVEDÌ 28 MARZO

Nel corso della nottata si assisterà ad un’attenuazione dei fenomeni ad iniziare dalla Sicilia occidentale, in estensione a quella sud occidentale, mentre su quella tirrenica avremo un’ intensificazione dei fenomeni a causa delle correnti che si disporranno dai quadranti nord-orientali.
Durante la giornata i fenomeni insisteranno principalmente sulla Sicilia centro-settentrionale ed orientale ove assumeranno carattere nevoso intorno ai 1200-1300 metri, e localmente a quote più basse in presenza di fenomeni più intensi.
Successivamente nubi e precipitazioni si estenderanno anche al ragusano e all’agrigentino centro-orientale, mentre su quello occidentale e basso trapanese avremo cielo da parzialmente nuvoloso a nuvoloso, ma con bassa probabilità di fenomeni.
In serata tendenza a graduale attenuazione dei fenomeni su gran parte dell’isola, tranne sul settore tirrenico e ionico ove saranno ancora possibili locali precipitazioni.
I venti saranno moderati dai quadranti nord-orientali con locali rinforzi mentre i mari risulteranno generalmente mossi, con moto ondoso in ulteriore aumento sul Tirreno e sul mar ionio.
Le temperature minime saranno stazionarie, massime stazionarie sulla Sicilia orientale e settentrionale, in aumento nel basso trapanese ed agrigentino occidentale.

Foto copertina di: Nunzio Asta

 

Articolo di: Antonio Cucchiara

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia