Sicilia sotto burrascosi venti: quali le cause e l’evoluzione per le prossime ore

La giornata di ieri è stata caratterizzata da venti di forte burrasca, a tratti tempestosi che hanno superato in alcuni casi i 100 km/h. Quali sono state le cause e cosa ci attende per le prossime ore?

Sull’Europa Occidentale è presente una vasta area anticiclonica che si estende fin sul nord Atlantico, essa continua a favorire la discesa di masse di aria fredda di estrazione artico-marittimo verso le medie latitudini. L’obiettivo di tali messe d’aria è la penisola Balcanica, la Grecia e il Mediterraneo orientale, dove ritroviamo una profonda depressione con un minimo di 1000 hPa. Il forte gradiente barico orizzontale presente tra le 2 distinte figure bariche, ha generato, e continuerà a fare nel corso della giornata odierna, una forte ventilazione di maestrale, che in alcuni casi ha raggiunto e superato i 100 km/h, con alberi sradicati e cartelloni divelti, specie nelle località della fascia Tirrenica.
Nelle prossime ore proseguirà questa intensa ventilazione di maestrale sopratutto sul versante tirrenico e sulla Sicilia occidentale, con i mari che saranno agitati o molto agitati sia il Tirreno meridionale che il canale di Sicilia, mosso risulterà il mar Ionio.
Dal punto di vista strettamente meteorologico avremo nuvolosità irregolare con addensamenti più compatti sul versante tirrenico ove non si escludono locali precipitazioni. Le temperature massime rispetto a ieri risulteranno in lieve calo.

 

Articolo di: Antonio Cucchiara

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia