Tendenza per il weekend: maltempo in arrivo da venerdì, poi diffusa instabilità

L’autunno ha ormai preso con forza le redini del tempo su tutta l’Italia veicolando un’intensa perturbazione atlantica che ha messo in ginocchio la Sardegna a suon di rovesci e temporali, lasciando temporaneamente in attesa la Sicilia.

ANALISI

Il fronte perturbato in questione è tutt’ora in azione sul Mediterraneo trovandosi di fatto incastrato fra due vasti campi di alta pressione, ad ovest infatti troviamo l’anticiclone delle Azzorre, in graduale rinforzo, e a nord-est un blocco anticiclonico con perno sulle Repubbliche Baltiche.
Un’area depressionaria riuscirà a sganciarsi dal sistema perturbato principale e si muoverà lentamente verso la Sicilia arrecando un generale peggioramento del tempo in particolare a partire dalle prime ore di venerdì.
La confluenza fra correnti in quota settentrionali e al suolo meridionali, potrebbe esaltare la fenomenologia proprio durante la notte di venerdì rallentando ulteriormente il sistema, il quale ricevendo ulteriore afflusso di correnti umide, sarà ancora in grado di generare temporali a tratti insidiosi.
Il tempo risulterà compromesso nella giornata di sabato dove l’instabilità farà da padrona specie durante il pomeriggio, mentre nella giornata di domenica un nuovo affondo depressionario ad ovest del Mediterraneo rinvigorirà il flusso umido meridionale che darà origine ad un nuovo peggioramento del tempo che interesserà in particolare il settore ionico.

EVOLUZIONE PER IL WEEKEND

Venerdì 12 ottobre: tempo in peggioramento già dalla notte su parte del settore occidentale con piogge e rovesci sparsi che potranno assumere localmente carattere temporalesco specie sulla costa meridionale e settentrionale. Durante la giornata, specie dal pomeriggio, il peggioramento si estenderà a tutta la Sicilia (possibile attenuazione dei fenomeni sul settore tirrenico) con rovesci e temporali in arrivo sulla costa ionica in estensione a tutto l’entroterra per giungere fin sulla costa meridionale, dove ancora in serata insisteranno i fenomeni. Le temperature saranno in lieve calo mentre i venti soffieranno moderati o sostenuti di scirocco. Mari: mosso il canale di Sicilia, poco mossi i restanti bacini.

Sabato 13 ottobre: cielo nuvoloso o molto nuvoloso con qualche schiarita sulla fascia tirrenica, specie sull’estremo nord-est. Saranno ancora possibili piogge anche a carattere di rovescio o temporale sulla costa ionica specie del siracusano e ragusano. Durante il pomeriggio l’instabilità si concentrerà fra trapanese, palermitano e  settore ionico con rovesci sparsi e qualche temporale; migliora in serata ovunque anche se saranno possibili ancora fenomeni sulla costa del siracusano. Le temperature saranno in ulteriore lieve calo ad eccezione della costa tirrenica e del trapanese dove si potranno registrare ancora picchi di +25 °C per via dei venti di scirocco che soffieranno ancora moderati o sostenuti ovunque. I mari risulteranno generalmente mossi ad eccezione dello Ionio che sarà poco mosso.

Domenica 14 ottobre: al mattino cielo irregolarmente nuvoloso sulla fascia tirrenica, molto nuvoloso altrove specie sul settore ionico dove saranno possibili piogge e rovesci a carattere sparso.  Peggiora durante il pomeriggio lungo la costa ionica dove giungeranno rovesci e temporali che potranno risultare localmente intensi specie fra catanese e messinese ionico (qui in particolare la sera). Altrove molto nuvoloso con fenomeni per lo più deboli o isolati sul messinese tirrenico ed ennese. Le temperature saranno stazionarie mentre i venti saranno in graduale rotazione ed intensificazione dai quadranti orientali, forte grecale sullo Ionio in serata. I mari risulteranno mossi o localmente molto mossi. (Affidabilità: 50%)

 

Articolo di: Stefano Albanese

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/