Home / Natura e territorio / ERICE: antico borgo medioevale, tra dolci, cultura e mito

ERICE: antico borgo medioevale, tra dolci, cultura e mito

La penisola italiana vanta la presenza nel suo territorio di numerosi borghi incantevoli, che rendono ancor più ridente il Paese dell’arte e della storia.
Uno di questi si trova in Sicilia, nella parte occidentale del territorio di Trapani; si tratta, per l’appunto, di un borgo di epoca medievale che si erge sulla vetta del monte che prende il suo stesso nome, ovvero il Monte Erice. L’origine del suo nome ha radici molto antiche: Erice, o meglio Erix, era infatti un personaggio mitologico figlio della dea della bellezza Afrodite.


Come accennato, Erice fa parte della provincia di Trapani e dista un quindicina di km dal capoluogo trapanese, la sua altitudine, circa 750 metri s.l.m., permette, nelle giornate più limpide, di poter apprezzare un panorama davvero mozzafiato, cosa non del tutto semplice in quanto, specie nelle stagioni fredde, il paese rimane spesso avvolto nella nebbia.

Il borgo è stato dominato in passato da diverse popolazioni (Normanni, Svevi, Aragonesi) che hanno lasciato nei vari monumenti testimonianza della loro egemonia.
Ciò che rende questo borgo tra i più belli d’Italia è la conservazione di storia e tradizioni: questo paese, chiamato anche “Montagna del Signore”, sembra quasi isolato dall’intera isola siciliana, ed il tempo sembra essersi fermato e non più ripartito.


Tra le principali attrazioni turistiche vi è la Torretta Pepoli, che domina tutto il panorama; si tratta di un piccolo torrione in stile moresco costruito nella seconda metà del XIX secolo per volere del conte Agostino Pepoli.

Al suo interno è possibile visitare un museo ove, grazie a delle registrazioni, lo stesso conte, proprietario della struttura, racconta la storia del borgo ericino.
Hanno un particolare richiamo verso i visitatori anche le numerose stradine ove si trovano numerosi negozietti di souvenir.

Una tipicità del luogo sono le gustose genovesi, dolcetti rappresentativi di Erice e preparati dalla pasticceria Grammatico, la più famosa di tutto l’intero borgo.
Insomma, una gita turistica in questo luogo incantevole di certo non vi lascerà delusi, anzi, vi distaccherà dalla frenesia della vita quotidiana facendovi vivere un’esperienza sicuramente indimenticabile.

 

Articolo di: Davide Villaggio

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia