Home / Natura e territorio / NICOLOSI, il paese definito “la porta dell’ETNA”

NICOLOSI, il paese definito “la porta dell’ETNA”

“le masse di lava in primo piano, le vette gemelle dei Monti Rossi a sinistra, e di rimpetto a noi la selva di Nicolosi, sopra la quale si ergeva il cono dell’Etna ricoperto di neve e leggermente fumante”.

Nel suo “Viaggio in Italia”, osservando all’orizzonte il piccolo paese di Nicolosi, scriveva queste frasi lo scrittore tedesco Wolfgang Goethe.
Tre frasi che racchiudono in poche parole la magia che regala questo piccolo comune in provincia di Catania. La porta dell’Etna: è così che usano definirlo i 7,492 nicolositi che lo popolano, proprio perché il paese sorge alle pendici del vulcano più alto d’Europa.
Altra sua caratteristica, è quella di essere collocato tra vari coni piroclastici, formatisi nel corso dei secoli a causa delle molteplici eruzioni: tra i più importanti spiccano indubbiamente i cosiddetti Monti Rossi.

L’origine del suo nome è, con ogni probabilità, da attribuire alla presenza dell’antico monastero benedettino di San Nicolò, poi trasferitosi nella città di Catania e diventato uno dei monumenti più importanti e maestosi di tutta Italia. 
Nicolosi, così come molti altri paesi ai piedi dell’Etna e come la stessa città dell’elefante, a causa di violente eruzioni fu più volte distrutta: tra gli eventi maggiormente catastrofici sono da ricordare l’eruzione nel marzo del 1536, che seppellì buona parte delle campagne del paese, ma soprattutto l’indimenticabile eruzione del 1669, che distrusse letteralmente il piccolo paesino e portò alla formazione dei Monti Rossi, di cui sopra abbiamo già fatto un cenno.
Si tratta, per l’appunto, di due coni piroclastici che non passano affatto inosservati: posando lo sguardo sul vulcano dalla Piana di Catania, infatti, i due coni appaiono ben visibili.
A circondarli, c’è la bellissima pineta di Nicolosi, un punto di ritrovo per molte famiglie e molti turisti, che combattono le temperature afose dell’estate, trascorrendo delle giornate all’insegna della natura e del tempo libero tra la frescura del paese.

Nicolosi è un paese sempre in movimento: sia in estate, che in inverno, la gente non manca mai. 
Pizzerie, ristoranti e numerosi punti di ritrovo sono richiamo non solo per gli abitanti del paese, ma anche per numerose persone che arrivano da più parti della provincia catanese.

Vi è anche una famosa pista di pattinaggio, che nei mesi freddi viene spesso presa d’assalto da tanti appassionati e collocata “ai pini”, punto nevralgico della movida nicolosita.
Inoltre, tra la fine di ottobre e gli inizi di novembre, immancabile è la sagra dei prodotti tipici locali, ove tra una passeggiata e una sosta nei numerosi stand, sarà inevitabile non perdersi tra i sapori che “la porta dell’Etna regala”.

 

Articolo di: Davide Villaggio

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia