Home / Rubriche / News Meteo e Nowcasting / Ennesimo pomeriggio temporalesco in arrivo, ecco le aree più colpite

Ennesimo pomeriggio temporalesco in arrivo, ecco le aree più colpite

Tutti i meteoappassionati e non rivolgono la loro attenzione alla possibile nascita di un TLC mediterraneo tra la Sicilia e la Sardegna tra la giornata di oggi e la prossima nottata. Va detto che, secondo gli aggiornamenti modellistici della mattina, tale ipotesi viene ‘raffreddata’ a favore di condizioni meteo-climatiche certamente perturbate ma meno estreme: infatti parte dei centri di calcolo matematici virano verso un’ondata di maltempo molto intensa (che colpirà sopratutto la Sardegna) con accumuli pluviometrici imporantanti, tanto da non escludere possibili nubifragi e/o alluvioni lampo. Discorso differente per i venti, fino a ieri visti agevolemente superare i 120km/h ed oggi ‘declassati’ a possibili burrasche o forti burrasche.

Sommatoria delle piogge previste per la giornata di mercoldì. Modello: lam meteogiornale

Servirà aspettare la giornata di domani per capire la reale forza di questa area depressionaria in nascita sul mar Tirreno, di certo alcune aree sperimenteranno condizioni di forte maltempo, per certi versi da attenzionare. E la Sicilia? La nostra isola (inizialmente in pole position per l’ipotesi TLC) ha visto con il passare dei giorni diminuire le probabilità di essere interessata da tale evento. Tuttavia, come avvenuto già lunedì e martedì, anche oggi condizioni di forte instabilità pomeridiana si manifesteranno lungo i rilievi e le aree interne con la nascita di imponenti temporali di tipo termoconvettivo pronti ad abbattersi su gran parte dell’entroterra. Le aree maggiormente interessate, come si evince dalla cartina a lato, saranno il trapanese, il palermitano, il messinese e gran parte della Sicilia centro-orientale. Moderate/forti correnti in quota occidentali/sud-occidentali permetteranno locali sconfinamenti sulle coste tirreniche e ioniche. Segnaliamo probabilità medio-alte di fenomeni anche violenti accompagnati da frequente attività elettrica, colpi di vento e locali grandinate segno di aria fortemente instabile a tutte le quote con possibilità di fenomeni in formazione anche tra Egadi e Canale di Sicilia.

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/