Home / Rubriche / Analisi e Tendenze modellistiche / TEMPERATURE fuori controllo su tutta EUROPA. Eccezionale SICCITÀ in SICILIA

TEMPERATURE fuori controllo su tutta EUROPA. Eccezionale SICCITÀ in SICILIA

L’inverno 2019/2020 non pervenuto! E’ questa la desolante verità che sta riguardando non solo la Sicilia e l’Italia ma praticamente gran parte dell’Europa.
Salvo brevi incursioni fredde, la tendenza a livello europeo è quella di una generale ed estesa anomalia a livello termico che non ha davvero precedenti nella storia climatica moderna.
Ad impressionare sono soprattutto i dati che giungono dall’area siberiana, che da quasi 2 mesi registra temperature record al suolo con scarti termici rispetto alle medie stagionali localmente di oltre 10-12 gradi.
In Italia le anomalie più marcate si sono registrate sul nord-Italia, specie in Pianura Padana che sta pagando anche un conto salato per quanto riguarda l’inquinamento.


La Sicilia, dal canto suo, ha vissuto anomalie termiche più contenute anche grazie alle frequenti escursioni termiche dovute ai cieli spesso sereni.
La nostra isola tuttavia sta registrando un periodo siccità senza precedenti da quando esistono le rilevazioni.
Città come Palermo da più di un mese e mezzo non vede pioggia e con essa, gran parte del territorio siculo, fatta eccezione di alcune zone della Sicilia orientale e del messinese.
Grave è la situazione nelle campagne siciliane dove i terreni risultano secchi mentre già si pensa a dei piani straordinari per l’irrigazione dei campi.


La principale causa di questa eccezionale siccità sul nostro territorio è da attribuirsi alla continua invadenza di alte pressioni gonfiate in maniera del tutto anomala, con geopotenziali in alcuni casi simili a quelli di una stagione estiva sul nascere.
Il regista di tale stravolgimento climatico è tuttavia molto lontano ed è da ricercarsi nelle zone polari. Il Vortice Polare infatti quest’anno sta assumendo una compattezza raramente così solida, un “trottola climatica” mai doma che non ha fatto altro che mantenere il flusso zonale a latitudini troppo elevate facendo fiondare su di noi anticicloni che potremmo definire “dopati” che fino ad oggi non hanno dato scampo.

 

Articolo di: Stefano Albanese

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia