Home / Rubriche / Curiosità / Come spannare i VETRI delle auto? Cosa fare e cosa non fare

Come spannare i VETRI delle auto? Cosa fare e cosa non fare

Quando l’umidità si condensa sopra una superficie in vetro, questa si appanna. Succede alle finestre di casa ma ancora più fastidioso, succede ai vetri dell’auto.
Quanti di voi infatti si è ritrovato nella situazione fastidiosa, in inverno, di non riuscire a spannare il vetro se non con il climatizzatore che, una volta spento, non faceva altro che far ripresentare il problema?

Cerchiamo innanzitutto di capire avviene tale fenomeno.
Il gradiente termico tra due ambienti: l’aria calda dell’abitacolo dell’auto e quella fredda dell’esterno è principalmente all’origine di tale fenomeno.
Se l’aria più calda e carica di umidità entra in contatto con il vetro freddo, si raffredda a sua volta e deve conseguentemente rilasciare una parte dell’umidità che conteneva sulla superficie del vetro. L’acqua si condensa sul vetro e il vetro si appanna


Un primo rimedio per risolvere tale fastidioso inconveniente è l’azionare l’aria calda, o ancora meglio accompagnandola con l’aria condizionata. 
L’aria condizionata infatti è più secca e riduce l’apporto di umidità sui vetri.

Molte persone, per spannare i vetri dell’auto, azionano l’aria fredda per azzerare il gradiente termico tra ambiente interno e ambiente esterno, questo processo è sbagliato perché l’appannaggio è dato dalla condensa dell’acqua presente nell’auto in forma di umidità. Lo stesso meccanismo che accade allo specchio quando asciughiamo i capelli: se puntiamo il phon allo specchio, questo si spanna!

Come prevenire il fenomeno dell’appannamento dei vetri delle auto?

Per limitare o evitare del tutto la formazione della condensa occorre essenzialmente eliminare ogni fonte di umidità all’interno dell’abitacolo: ispezionate quindi la vettura e individuate eventuali fonti di umidità verificando che la tappezzeria sia asciutta,
Altra cosa essenziale è impostate le bocchetta d’aria fresca in modo che l’aria nell’auto sia presa dall’esterno, evitate il comando del “riciclo” dell’aria in quanto si andrebbe a veicolare sui vetri dell’auto la stessa aria dell’abitacolo quindi più umida.

Se il clima esterno è umido, per esempio durante un temporale, riscaldate i finestrini azionando il lunotto termico e azionate l’aria calda. Questo eviterà la formazione di condensa. 

 

Articolo di: Stefano Albanese

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia27