Home / Rubriche / News Meteo e Nowcasting / Forti venti settentrionali al sud, toccati alcuni RECORD per la tramontana in SICILIA (rete SIAS)

Forti venti settentrionali al sud, toccati alcuni RECORD per la tramontana in SICILIA (rete SIAS)

L’avvezione di aria fredda, polare marittima “continentalizzata”, in uscita dai Balcani, che in queste ore sta interessando le regioni meridionali, come da previsione, è accompagnata da forti venti di tramontana che hanno raggiunto l’intensità di burrasca, specie fra Puglia, Calabria e Sicilia, dove si registrano raffiche di vento ad oltre 80 km/h. In modo particolare fra il Salento e la Sicilia. Qui nelle ultime ore si sono registrate raffiche di vento ben più forti di quelle attese. La rete di anemometri attivi presso le stazioni SIAS, il Servizio Informativo Agrometeorologico Siciliano, per ben 4 stazioni, su 87 collegate in tempo reale, ha già fatto registrare i valori di raffica più elevati dell’intera serie storica dal 2002.

wind10m_H_web_9Si tratta peraltro di stazioni non particolarmente esposte, o addirittura sfavorevolmente esposte ai venti, come è il caso della stazione di Bronte. Presso la stazione di Mussomeli il sensore anemometrico a 2 m dal suolo, ha archiviato una raffica massima di 26,9 m/s, ben 97 km/h, superando il record precedente di 26,5 m/s registrato il 06 gennaio 2012. Presso la stazione di Polizzi Generosa il sensore a 2 m dal suolo ha registrato una raffica massima di 25,6 m/s, circa 92 km/h, oltrepassando il record precedente di 23,7 m/s registrato il 07 gennaio 2012. A Bronte il sensore a 2 m dal suolo ha mandato in archivio una raffica massima di 24,7 m/s, parliamo di 89 km/h, e ha superato il record precedente di 21,1 m/sregistrato il 13 febbraio 2019.

wind10m_C_web_8Presso la stazione di Paternò il sensore a 2 m dal suolo ha registrato una raffica massima di 22,6 m/s, ben 81 km/h. Anche in questo caso è stato superato il record precedente di 20,8 m/s registrato il 15 ottobre 2012. Le forti raffiche di vento da Nord e N-NE, che dallo Stretto di Messina si sono rapidamente dipanate verso lo Ionio e le coste della Sicilia orientale hanno creato non pochi disagi al traffico aereo nello scalo aeroportuale di Catania Fontanarossa. Difatti, le raffiche da Nord e N-NE, che hanno superato i 60-70 km/h, presentandosi con una componente laterale rispetto la pista, hanno costretto al dirottamento di diversi voli verso Palermo e Lamezia Terme. L’intensa ventilazione settentrionale dovrebbe attenuarsi nel corso del pomeriggio di domani, scivolando gradualmente al di sotto della soglia d’attenzione.

Forti venti settentrionali al sud, toccati alcuni record per la tramontana in Sicilia (rete SIAS)

 

Articolo di: Daniele Ingemi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia