TENDENZA MEDIO – LUNGO TERMINE: AUTUNNO in grande spolvero, continue perturbazioni interesseranno la SICILIA

Da una decina di giorni, dopo un mese di ottobre contraddistinto da piogge al di sotto della media e temperature superiori alle medie stagionali, l’autunno (dalle tinte piovose e più fresche) sta finalmente mostrando i muscoli su buona parte dell’Italia, Sicilia compresa.
Le dinamiche di questo nuovo pattern meteo-climatico a scala continentale prendono vita a latitudini assai settentrionali: l’indice teleconnettivo AO (che indica la vorticità delle masse d’aria lungo il Polo Nord) continua e continuerà a mostrare valori negativi; questo vuol dire che l’aria artica sarà più facilmente richiamata verso le medio latitudini con un vortice canadese assai pimpante.

Ovviamente senza l’aiuto dell’indice NAO in fase media o poco positiva, le perturbazioni rimarrebbero confinate sull’Europa centrale mentre in presenza delle condizioni sopra citate, gli affondi nord-atlantici (e presto anche artici) riescono e riusciranno a scorrere sopra una campana anticiclonica (Alta pressione delle Azzorre) che si estenderà a più riprese fin verso la Groenlandia permettendo così all’aria fredda di ‘incamminarsi’ verso le nostre latitudini. Nei prossimi giorni almeno altre due/tre aree depressionarie ben strutturate attraverseranno l’Oceano Atlantico settentrionale e giungendo tra Regno Unito e Francia si spingeranno poi verso il Mediterraneo centro-occidentale.
Come mai queste traiettorie e non verso est? Perché lungo gli stati europei centro-orientali è in rinforzo nuovamente l’Anticiclone Balcanico (originatosi dall’iniziale espansione del ramo nord-orientale dell’Anticiclone Subtropicale Africano) che andrà a costituire un vero e proprio muro alto-pressorio quasi invalicabile per le perturbazioni in arrivo da ovest o nord-ovest (anticiclone di ‘blocco’).
In arrivo dunque, non solo condizioni di maltempo (anche intenso) a più riprese ma anche i primi scampoli dai connotati invernali con la neve che potrebbe fare la sua prima comparsa lungo le cime più alte delle Madonie. Segnali di un inverno precoce? Assolutamente NO. Tali dinamiche rappresentano la normalità che contraddistingue la stagione autunnale dove si possono alternare sia fasi piuttosto miti a giorni tipicamente simil-invernali.

 

Articolo di: Davide Pitarresi

©centrometeosicilia.it
Seguiteci su: https://www.facebook.com/centrometeosiciliano/
Canale Telegram: https://t.me/centrometeosicilia